Giovedì, 08 Febbraio 2018

Alle ore 20.30 il dialogo per genitori e insegnanti con esperti della Polizia di Stato, il governatore Rossi e il papà di Carolina Picchio

Internet, la migliore connessione è il rispetto. Domani il dibattito al Teatro Santa Chiara

Come connettersi in modo intelligente e responsabile, come prevenire uno stato di disagio e come intervenire per porre rimedio a situazioni pericolose legate ad un uso scorretto dei social-media? Si sta parlando molto di cyberbullismo, di sexiting e revenge porn, condotte prevaricatorie che sfruttano la rete insinuandosi nella vita virtuale degli adolescenti. E se ne parlerà anche domani, venerdì 9 febbraio al Teatro Santa Chiara di Trento, in occasione della Giornata della sicurezza di Internet.

L'evento, promosso dalla Polizia di Stato e dalla rete degli istituti scolastici di Trento, si articola in due distinti momenti di informazione e confronto: al mattino l'incontro di mille studenti e cento insegnanti con l'assistente capo coordinatore della Polizia di Stato Emanuela Faes, alle ore 20.30 il dialogo per genitori e insegnanti sul tema "Creare, connettere e condividere rispetto: una migliore connessione internet inizia con te".

Testimone d'eccezione dei drammi, spesso nascosti, creati dal cyberbullismo, sarà Paolo Picchio, il coraggioso padre di Carolina, la ragazza che nel 2013 a seguito di continue condotte prevaricatorie si tolse la vita a 14 anni ed alla quale è dedicata la Legge n.71/2017 sul cyberbullismo. Con lui anche il governatore del Trentino Ugo Rossi, che interverrà accanto agli esperti Paola Pasqualin, dirigente scolastica, Sergio Russo dirigente della Polizia postale ed il sovrintendente capo Mauro Berti, coordinati dal giornalista Pierangelo Giovanetti.     

Comunicato 228

ATTUALITÀ E CRONACA